+39 393 9092265
Menu

Ecco la prima motovedetta ibrida consegnata alla Guardia di Finanza, motorizzata interamente FNM MARINE.

L’imbarcazione infatti è stata progettata per la navigazione in endotermico e in elettrico grazie all’accoppiamento del motore 42HPE con il Blue Hybrid System (FNM powertrain).

Velocità in endotermico: 35 knots @ 3800 RPM

Velocità in elettrico: in media 5.8 knots @ 1000 RPM

La motovedetta è stata presentata presso la Stazione Navale di Venezia ubicata sull’Isola della Giudecca, alla presenza del Comando generale.

Ancora una volta un successo tutto italiano.

In questo video la motovedetta in azione:

 

 

 

 

Queste bellissime immagini, provenienti direttamente dal Lago di Garda, attestano il lancio del nuovissimo taxi ECO 850 Hybrid.

Un orgoglio per tutti noi in quanto l'intero powertrain installato sul taxi dall’innovativo design e destinato al trasporto turistico, è FNM (motore endotermico 42HPE + motore elettrico Blue Hybrid System).

Un altro traguardo importante da aggiungere alla lista per il team FNM Marine!

FNM Marine, insieme ad Officina Avallone, ti aspettano al 4° Salerno Boat Show, il prestigioso salone nautico rivolto ad imprese e professionisti operanti nella filiera della nautica e, più in generale dell’Economia del Mare, in programma nei due weekend, 10-11 e 17-18 ottobre, all’interno del porto turistico Marina d’Arechi.

Nonostante l’emergenza sanitaria l’azienda nei primi due giorni ha ottenuto un ottimo numero di presenze.

Il Salone sarà articolato su diverse aree espositive, a terra e a mare: ben 120 imbarcazioni e 70 stand allestiti con l’obiettivo di offrire ai visitatori la possibilità di vedere e provare sia imbarcazioni nuove che usate.

Vieni a trovarci allo stand numero 25!

 

 

 

 

 

 

Il tema “ambiente” e la guerra contro il global warming stanno influenzando anche il settore nautico e le tradizionali modalità di navigazione: l’incremento di richieste di imbarcazioni ibride ne è la prova tangibile.

In Italia la navigazione ibrida è sempre più diffusa; è stata Venezia, la città sospesa sull’acqua unica al mondo, ad aver preso da subito in considerazione la possibilità di ibridizzare il proprio sistema di trasporto, tenendo conto dei delicati ecosistemi che caratterizzano gli ambienti acquatici su cui si estende l’intera città.

A Luigi Brugnaro, sindaco della famosa città, l’onore di essere stato il primo ad aver provato il prototipo di imbarcazione ibrida progettata per il trasporto urbano - trattasi di un taxi - in vista di un ipotizzabile “cambio di rotta” verso un nuovo modo di intendere il trasporto, sia pubblico che privato e di dare alla città di Venezia un futuro sensibile alla salvaguardia dell’ambiente.

Anche le Forze dell’Ordine hanno trovato nella navigazione ibrida una valida risposta per le loro necessità operative: settembre 2020, nonostante il difficile periodo COVID-19, è stato un mese molto importante in quanto sono state presentate a Venezia le nuove motovedette ibride dei Carabinieri e la prima motovedetta ibrida della Guardia di Finanza.

Il 9 settembre sono state consegnate nella suggestiva cornice dell’Arsenale di Venezia alla presenza del sindaco della città lagunare Luigi Brugnaro, le nuove imbarcazioni dell’Arma dei Carabinieri per il trasporto e per esigenze di pronto intervento.

Si tratta di due Classe 100 e una Classe 300 ibrida; quest’ultima, concepita per la navigazione sia endotermica che elettrica grazie all’accoppiamento del sistema Volvo Penta della Vio Nautica, Ing. Ruggero Vio S.r.l. di Marghera (VE) con il Blue Hybrid System, interamente ideato e progettato da CMD e distribuito in esclusiva dalla Vio, permette di navigare silenziosamente in aree protette ad emissioni zero.

Pochi giorni dopo, il 24 settembre, è stata consegnata, presso la Stazione Navale di Venezia ubicata sull'Isola della Giudecca, alla presenza del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Giuseppe Zafarana, la prima motovedetta operativa a propulsione ibrida in Italia della Guardia di Finanza.

L’imbarcazione è stata progettata per la navigazione in endotermico e in elettrico grazie all’accoppiamento del motore 42HPE con il Blue Hybrid System, entrambi a marchio CMD.

Sarà possibile visionare la motovedetta al prossimo Salone Nautico di Genova (1 - 6 Ottobre) presso lo stand della guardia di Finanza.

Siamo orgogliosi e decisi, grazie anche al supporto di importanti aziende del settore, di continuare a portare avanti uno dei nostri obiettivi più importanti: promuovere lo sviluppo della mobilità sostenibile.

 

Ripartiamo con gli eventi, ripartiamo dalla 60esima edizione del Salone Nautico di Genova!

FNM e A.S. La Bruna, distributore esclusivo per l'Italia dei motori marini FNM, vi aspettano dall’ 1 al 6 ottobre 2020 presso lo Stand TQ7 – Piano Superiore per mostrarvi tutta la gamma dei motori marini ed il Blue Hybrid System, il sistema ibrido per un futuro sostenibile e una navigazione a emissioni zero.

Sono tante le soluzioni innovative che verranno proposte durante l’importante fiera: vi aspettiamo!

Un altro accordo per FNM: la RPM Marine PTE Ltd, attratta dalle affidabili performance dei nostri motori marini, sarà dealer del marchio FNM a Singapore ed in Malesia.

Inizia un nuovo percorso di collaborazione, segno tangibile della forte richiesta nel mondo per i nostri motori.

I nostri motori marini approdano in India grazie all’importante accordo con la Esmario Export Enterprises Pvt Ltd: l’azienda sarà ufficialmente il distributore in esclusiva del marchio FNM su territorio indiano.

Giovedì 28 Maggio è stata consegnata al Comando Provinciale di Brescia, sez. Navale lago d’Iseo, la prima imbarcazione ibrida in dotazione all’Arma dei Carabinieri: si tratta di un mezzo della Classe N200 capace di ospitare fino a 10 persone di cui 2 di equipaggio.

Concepita per essere utilizzata sia come imbarcazione a motore termico che elettrico grazie all’adozione del sistema Volvo Penta D4 e CMD Blue Hybrid System che permette la propulsione “zero emission mode” con autonomia di oltre un’ora, l’imbarcazione è altamente all’avanguardia per i metodi costruttivi utilizzati che le consentono la qualifica in classe di tipo “Fast Patrol Vessel”.

Essa è dotata di tutti i sistemi più avanzati per il pattugliamento diurno e notturno.

Il progetto della vedetta N200 è nato dalla collaborazione tra MED DEFENSE, azienda leader nel settore nautico che produce e commercializza da oltre 25 anni battelli pneumatici con carena rigida, la RUGGERO VIO Srl, esclusivista per l’Italia del BHS per accoppiamento a motori Volvo Penta e CMD Spa, azienda leader lucana di proprietà della famiglia Negri impegnata da oltre 30 anni nella progettazione e realizzazione di motori e soluzioni complesse per l'industria automobilistica, nautica ed aeronautica.

Uno dei fiori all’occhiello di CMD è l’innovativo Blue Hybrid System, il sistema di propulsione marina meccatronico che permette di navigare in aree protette a zero emissioni e senza rumori con un’autonomia di circa 2 ore a velocità compresa tra 3 e 6 nodi. Il BHS®️ è composto di un motore elettrico di 20Kw nominali, una batteria da 13,5 KWh ed una centralina che supervisiona il funzionamento e l’integrazione con il motore diesel endotermico. Tra gli elementi distintivi e caratterizzanti del sistema BHS è importante ricordare la compattezza, l'adattabilità a qualsiasi motore marino e l'utilizzo con qualsiasi tipo di propulsione.

Dopo oltre un anno di test il BHS®️ ha ricevuto l’approvazione tecnica, con garanzia diretta della casa, per accoppiamento a motori Volvo Penta, applicazione e service curati dalla Ing. Ruggero VIO Srl.

Risponde il dott. Mariano Negri, CEO di CMD Spa:

 

<<Per rispondere correttamente a questa domanda che di certo, oggi più che mai, tanti imprenditori si stanno ponendo, occorre capire cosa significa "avere un comportamento etico".

Prima di tutto occorre chiarire la differenza tra ciò che non è etico e ciò che non è legale. Il rispetto delle leggi di Stato in cui si opera è un semplice presupposto per operarvi e non rappresenta nulla di straordinario.

Questa pandemia ha sollevato una serie di domande all’interno della nostra società ed il concetto di etica nel business è sempre più presente ma per capirlo dobbiamo rispondere alla domanda: qual è il ruolo dell’impresa? Di fronte a questa domanda possiamo scegliere fondamentalmente una delle risposte:  pura massimizzazione della produzione attuale di valore, oppure remunerazione del capitale investito proseguendo e coltivando anche un insieme di interessi di stakeholders, ossia di clienti, dipendenti, fornitori con responsabilità sociale con tutti i membri del territorio che ci circondano . Solo quest’ultima risposta, che mette al centro le persone e il territorio in cui operiamo, ci permette di parlare di un’impresa etica, chiamata anche sostenibile.

Detta così sembra molto semplice: mettiamo da parte il fatturato e andiamo a migliorare il mondo.

In realtà le due cose sono molto collegate in quanto il comportamento etico non serve per apparire né per fare la beneficenza, ma sta alla base del successo aziendale.>>

In un momento così difficile per l’Italia, impegnata a fronteggiare l’emergenza COVID-19, le aziende italiane scendono in campo per supportare l’intero sistema sanitario, unendo le forze nella difficile battaglia.

Solidarietà, aiuti e donazioni giungono da tutta Italia: tra le aziende lucane anche la CMD Spa di Atella (PZ), azienda che si occupa di progettazione e realizzazione di motori e soluzioni complesse per l'industria automobilistica, nautica ed aeronautica, ha voluto dare il proprio contributo nella lotta contro il Coronavirus realizzando un innovativo prototipo di ventilatore polmonare per terapia sub-intensiva, l’EASY VENT CF01.

In meno di 21 giorni, tra lockdown e mille difficoltà, gli ingegneri della CMD di Atella hanno lavorato senza sosta e solo tramite web con alta motivazione morale, effettuando scrupolosi studi e ricerche e pervenendo alla realizzazione del dispositivo con sole risorse aziendali, in tempi record ed “in house”.

L’EASY VENT CF01 è stato presentato oggi nella sede della Prefettura di Potenza alla presenza dei prefetti di Potenza e Matera e dell'assessore alla sanità della Regione Basilicata Rocco Leone.

Durante l’incontro al quale erano presenti i direttori generali delle Aziende sanitarie di Matera e Potenza, Massimo Barresi e Gaetano Annese, è stato illustrato il progetto in maniera dettagliata dall’ingegner Francesco Iantorno grazie ad un’analisi ordinata ed approfondita delle diverse fasi di sviluppo; successivamente è stata effettuata una simulazione per dimostrare il funzionamento del dispositivo. Sono state attivate le procedure per l’omologazione e il futuro utilizzo del ventilatore nel sistema sanitario nazionale. Fondamentale è stata la collaborazione con medici e specialisti di terapia intensiva per la realizzazione del primo prototipo messo a punto da CMD. “Con questo prototipo - afferma Mariano Negri, Ceo di CMD -di ventilatore polmonare, siamo orgogliosi di aver contribuito, attraverso il nostro capitale umano, a creare qualcosa di utile per la comunità, rispondendo in modo concreto alla grave emergenza sanitaria. Un punto di partenza per CMD che non guarda solo il profitto come unica mission”.

Un encomio per l'iniziativa è giunto dal Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio: "La vostra immediata risposta al nostro appello fa grande onore alla vostra azienda, una realtà dinamica del Sud Italia, al suo management e ai suoi dipendenti: tutti avete dato prova di grande spirito di iniziativa e profondo senso di responsabilità sociale. Desidero quindi esprimere il mio apprezzamento per una iniziativa che contribuisce ad assicurare ai nostri ospedali gli approvvigionamenti di materiali sanitari, a partire dai ventilatori polmonari, indispensabili per fronteggiare la pandemia. Grazie alla collaborazione di aziende come la CMD, riusciremo a superare la crisi sanitaria e a preparare il terreno per la ripresa economica".

Congratulazioni sono giunte anche dal Ministro dell'Ambiente, Sergio Costa "per il risultato raggiunto in così breve tempo".

Un forte plauso e un sentito ringraziamento a CMD è stato espresso da Mirella Liuzzi, sottosegretario al Mise “per questo contributo che è anche una bella storia di responsabilità sociale di impresa e di attaccamento alla propria comunità. Iniziative virtuose come questa di CMD sono la testimonianza che le nostre imprese sanno essere resilienti e che sapranno rialzarsi anche grazie all’ingegno e a un profondo senso di responsabilità”.

Per Confindustria Basilicata erano presenti il DG Giuseppe Carriero  e il presidente designato Francesco Somma. “La presentazione di un dispositivo sanitario - afferma Somma- progettato e prodotto in Basilicata da una nostra azienda associata, ci riempie di orgoglio e passione civile. E’ la prova di come le nostre imprese abbiano saputo reagire all’emergenza Covid-19 gettando il cuore oltre l’ostacolo”.

L’azienda CMD donerà, non appena ottenute le necessarie omologazioni, due ventilatori polmonari, uno all'ospedale San Carlo di Potenza e l’altro al Madonna delle Grazie di Matera.

L’azienda inoltre è pronta a sostenere tutta l’Italia, in particolar modo le regioni del Nord fortemente colpite da questa pandemia.

Siamo italiani ed è nostro dovere batterci contro le difficoltà della nostra nazione per uscirne fortificati e più uniti che mai.

Potenza, 23 aprile 2020

 

 

 

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram